Benvenuti nella casa del 231

Benvenuti nella casa del 231 - Asso 231
Asso231 è l'unica associazione multistakeholders del settore.

Il fiore rappresentato nel nostro logo è emblematico della nostra mission; ogni petalo rappresenta una delle categorie di stakeholders che, dal proprio punto di vista, deve affrontare la tematica della Responsabilità Amministrativa (di fatto para-penale) delle organizzazioni:
 
  • Le Organizzazioni che adottano i Modelli 231;
  • I Consulenti;
  • La Magistratura;
  • L'Università;
  • Le Pubbliche Amministrazioni e le altre organizzazioni pubbliche in genere.

Ogni stakeholders esprime diverse esigenze di approccio alla materia ed Asso231 si offre come unico luogo di incontro per trovare soluzioni condivise:  una vera e propria "casa del 231".
 
 
 

Pubblicato il secondo libro della "Collana Asso231" specificatamente dedicato alla
ISO 37001 con esempi operativi inclusi


Scritto da Ciro Strazzeri e Mia Rupcic, vertici di Asso231 e GIACC Italy e con la prefazione di Neill Stansbury, Presidente dell'ISO Technical Committee ISO/PC 278 che ha scritto la Norma, edito da Wolters-Kluwer, esce il secondo libro della "Collana Asso231" specificatamente dedicato alla ISO 37001 ed intitolato: "Manuale Pratico Anticorruzione e Guida alla Norma ISO 37001 (con Inclusi dei Modelli di Documenti Personalizzabili e Conformi alla Norma ISO 37001)"

Fare click qui per visitare la pagina dedicata.

TABELLA REATI-PRESUPPOSTO AGGIORNATA AL DICEMBRE 2019

E' possibile scaricare la nostra Tabella Reati con le fattispecie di reato presupposto della Responsabilità ex D.Lgs. 231/01 introdotte fino a Dicembre 2019 incluso l'art. 25-quinquiedecies.

In data 24 dicembre u.s. è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la Legge 19 dicembre 2019, n. 157 "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 26 ottobre 2019, n. 124, recante disposizioni urgenti in materia fiscale e per esigenze indifferibili" che ha inserito i reati tributari all'interno del catalogo di cui al D.Lgs. 231/01.

La Legge è entrata in vigore il 25 dicembre u.s.

L'articolo 25-quinquiesdecies "Reati tributari" prevede la responsabilità dell'ente per i seguenti delitti:

  • dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti, previsto dall'articolo 2, comma 1 del D.Lgs. 74/2000 (sanzione pecuniaria fino a 500 quote); 
  • dichiarazione fraudolenta mediante uso di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti, previsto dall'articolo 2, comma 2-bis del D.Lgs. 74/2000 (sanzione pecuniaria fino a 400 quote); 
  • dichiarazione fraudolenta mediante altri artifici, previsto dall'articolo 3 del D.Lgs. 74/2000 (sanzione pecuniaria fino a 500 quote); 
  • emissione di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti, previsto dall'articolo 8, comma 1 del D.Lgs. 74/2000  (sanzione pecuniaria fino a 500 quote); 
  • emissione di fatture o altri documenti per operazioni inesistenti, previsto dall'articolo 8, comma 2-bis del D.Lgs. 74/2000 (sanzione pecuniaria fino a 400 quote);
  • occultamento o distruzione di documenti contabili, previsto dall'articolo 10 del D.Lgs. 74/2000 (sanzione pecuniaria fino a 400 quote); 
  • sottrazione fraudolenta al pagamento di imposte, previsto dall'articolo 11 del D.Lgs. 74/2000 (sanzione pecuniaria fino a 400 quote). 

Se, in seguito alla commissione dei delitti sopraindicati l'ente ha conseguito un profitto di rilevante entità, la sanzione pecuniaria è aumentata di un terzo. 

E' inoltre prevista l'applicazione delle sanzioni interdittive di cui all'articolo 9, comma 2, lett. c), d), ed e) del D.Lgs. 231/01: 

  • divieto di contrattare con la pubblica amministrazione, salvo che per ottenere le prestazioni di un pubblico servizio; 
  • esclusione da agevolazioni, finanziamenti, contributi o sussidi e l'eventuale revoca di quelli già concessi; 
  • divieto di pubblicizzare beni o servizi.

Prossimi aggiornamenti sui reati presupposto 231

Il 23 Gennaio 2019 il Consiglio dei Ministri ha approvato, in esame preliminare, un decreto legislativo di attuazione della direttiva (UE) 2017/1371, relativa alla lotta contro la frode che lede gli interessi finanziari dell’Unione mediante il diritto penale.

Il decreto modifica quindi la disciplina dei reati tributari sulla responsabilità amministrativa delle società per i reati commessi dalle persone fisiche nel loro interesse o vantaggio.


Tra le novità:

  • si prevede di punire anche le ipotesi di delitto tentato (e non solo consumato) per i reati fiscali che presentano l’elemento della transnazionalità, se l’imposta IVA evasa non sia inferiore a 10 milioni di euro;
  • si amplia il catalogo dei reati tributari per i quali è considerata responsabile anche la società (ai sensi del decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231) includendovi ora i delitti di dichiarazione infedele, di omessa dichiarazione e di indebita compensazione;
  • si estende la responsabilità delle società anche ai delitti di frode nelle pubbliche forniture, al reato di frode in agricoltura (art. 2 della legge n. 898 del 1986) e al reato di contrabbando, modulando la sanzione a seconda che il reato ecceda o meno la soglia di 100.000 euro.

Infine, si è ampliato il panorama dei delitti contro la pubblica amministrazione di cui possono rispondere le società, includendovi il delitto di peculato e quello di abuso d’ufficio.

Per quanto riguarda gli altri settori del diritto penale si interviene su alcune fattispecie di corruzione, includendovi anche i casi in cui siano sottratti denaro o utilità al bilancio dell’Unione o ad altri suoi organismi, con danno superiore a 100.000 euro con la pena massima aumentata fino a 4 anni di reclusione e si estende la punibilità a titolo di corruzione dei pubblici ufficiali e degli incaricati di pubblico servizio di Stati non appartenenti all’Unione europea, quando i fatti ledono o pongono in pericolo gli interessi finanziari dell’Unione.

CONVENZIONE ASSICURATIVA PER ODV ISCRITTI AD ASSO231

ASSO 231 - CONVENZIONE PER LA TUTELA DEGLI ODV


Grazie alla collaborazione col prestigioso broker AON, Asso231 è orgogliosa di offrire ai propri associati, la più completa e conveniente convenzione assicurativa sul mercato per la copertura della Responsabilità Civile degi Associati ad Asso231, in possesso dei requisiti previsti, che svolgano i compiti di Componente l'OdV di cui all'art. 6 del Dlgs 231/01.

CONTRAENTE: Asso231 - Associazione degli stakeholders del D. Lgs. 231/2001

ASSICURATO: Componente di ODV, associato ad Asso231 (quota attualmente gratuita), in possesso dei requisiiti idonei

ATTIVITA´ ASSICURATA: Componente di OdV ai sensi dell'art. 6 del Dlgs 231/01

Per maggiori dettagli e modalità operative, vai alla pagina dedicata (menù in alto).

 

ASSO231, GDPR E CENSIMENTO 2020

Asso231, anche per specifica connotazione professionale, considerando da sempre di fondamentale importanza la tutela dei dati personali dei propri Associati e Utenti, si impegna a che il trattamento dei dati personali, effettuato con qualsiasi modalità, sia automatizzata che manuale, avvenga nel pieno rispetto delle tutele e dei diritti riconosciuti dal Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento Europeo e del Consiglio, del 27 aprile 2016, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e dalle ulteriori norme applicabili in tema di protezione dei dati personali.

Per tale ragione, le informative sulla privacy sono state aggiornate ed adeguate alla normativa prevista dal Regolamento UE n.2016/679, con numerosi miglioramenti quali:

- Distinzione tra "Privacy Policy Generale" (disponibile alla pagina "Privacy Policy e Contatti" del presente sito e dedicata a tutte le categorie di utenti del sito) ed un'aggiuntiva e specifica "Privacy Policy per gli Associati ed aspiranti tali" (disponibile alla pagina "Aderisci" del presente sito);

- Totale trasparenza in merito alle modalità di utilizzo delle informazioni da parte di Asso231, con estrapolazione tra l'altro del consenso (non vincolante) delle informazioni non obbligatorie ai fini dell'adesione e di talune modalità di comunicazione;

- Informazioni chiare sui diritti degli utenti/clienti e gli obblighi di Asso231 in relazione ai dati personali.

Non sono richieste ulteriori azioni da parte degli Associati in seguito alla pubblicazione di questo avviso. Continuando ad utilizzare i nostri servizi, gli Associati e gli Utenti accettano i termini aggiornati. 

Tuttavia, per gli Associati è previsto nei prossimi giorni un "Censimento", al fine di verificare l'effettività delle adesioni ad oggi registrate.

Per l'occasione, sarà inviato a tutti gli Associati registrati dalla data di fondazione di Asso231 ad oggi, un breve documento, in cui Asso231:

  • comunicherà spontaneamente ad ogni singolo Associato (in una sorta di auto-accesso) i dati trattati, con l'informativa specifica per gli Associati circa  le finalità del trattamento, le categorie di dati personali in questione, i destinatari o le categorie di destinatari a cui tali dati personali sono stati o saranno comunicati, l'indicazione dell'eventuale coinvolgimento di destinatari di paesi terzi, ovvero di organizzazioni internazionali;
  • chiederà di confermare i dati in possesso di Asso231 e la volontà di continuare ad essere Associato, confermando separatamente o meno le modalità di trattamento non obbligatorie.

Chi non risponderà al Censimento, decorsi sei mesi dallo stesso, non sarà più considerato "Associato" e, di conseguenza, i suoi dati saranno trattati separatamente, conservati per il periodo minimo consentito dalla legislazione/regolamentazione e poi distrutti.

Ovviamente, sarà sempre possibile richiedere nuovamente l'adesione ad Asso231 in qualsiasi momento.

Coloro che non risponderanno al Censimento e che risulti abbiano usufuito della Convenzione con AON per la stipula della Polizza di Responsabilità Civile per gli OdV riservata agli Associati di Asso231, saranno contattati per ulteriori accertamenti della volontà di adesione e, ove non si riuscisse ad entrare in contatto con essi, determinandosi la perdita dello status di Associato di Asso231 al decorrere del tempo sopra indicato, i loro nominativi saranno comunicati ad AON per le eventuali azioni di recesso.

Per ogni ulteriore chiarimento, è possibile scrivere a info@asso231.it o chiamare il Numero Verde 800 864 752.